Inserisci il codice sconto SPRING5 al checkout per avere il 5% di sconto - Dove trovo il campo da compilare ? Clicca qui

Caratteristiche

Da quando è stata presentata, la Karma è diventata la gomma preferita dai rider di coppa del mondo. Piccoli tasselli quadrati dal basso profilo forniscono il massimo grip non solo nei tracciati di coppa del mondo. Se sei un amante dei percorsi tecnici e non hai timore di una gara o un'uscita sul bagnato la Karma ti aiuterà a rimanere sempre in pista.

  • Il volume della carcassa maggiorato e la spalla rinforzata garantiscono protezione e comfort extra.
  • Piccoli tasselli quadrati a basso profilo forniscono trazione in molteplici condizioni e su un'ampia gamma di terreni.
  • Tubeless ready - Riduce il peso e migliora la scorrevolezza. Usare i tubeless significa anche evitare le forature.
  • Ideale sia sull'anteriore che sul posteriore

DUAL TREAD COMPOUND (DTC)

Il massimo in fatto di mescole per coperture ad uso ciclistico. Il centro del battistrada è realizzato con la mescola L3R PRO (60 shore A durometro) mantre i lati sono realizzati in mescola Sitck-E , abbinado quindi la durabilità nel punto di massimo attrito, il centro ed extra grip e controllo sui lati.

L3R PRO (L3RP)

L3R Pro evoluzione della mescola 3R, mutata dall'ufficio R&D dell settore motocilistico; questa mescola è utlizzata sulle coperture da competizione, sia strada che cross country per la sua leggerezza, abbinata ad una durata e resistenza all'usura.

SCT (SCT)

TUBELESS AND TOUGH Kenda Sidewall Casing Technology (SCT) è la modifica dei metodi di costruzione degli pneumatici Kenda esistenti. Aggiungendo un ulteriore strato di tessuto in nylon sul fianco del pneumatico, dal tallone al blocco del battistrada, si ottiene l'ottimizzazione della costruzione del pneumatico per i sistemi di conversione tubeless a base di fluido. Inoltre, la costruzione SCT aumenta la resistenza strutturale dei fianchi; rinforza la resistenza a fettine e abrasioni, contribuendo a ridurre la possibilità di danni catastrofici che i sigillanti fluidi non possono sigillare.

PNEUM. KENDA KARMA PRO TL 26x2.10

  • In Offerta
  • €34,00
  • Prezzo di listino €39,00
  • Risparmi il 13%

Imposte incluse.


Caratteristiche

Da quando è stata presentata, la Karma è diventata la gomma preferita dai rider di coppa del mondo. Piccoli tasselli quadrati dal basso profilo forniscono il massimo grip non solo nei tracciati di coppa del mondo. Se sei un amante dei percorsi tecnici e non hai timore di una gara o un'uscita sul bagnato la Karma ti aiuterà a rimanere sempre in pista.

  • Il volume della carcassa maggiorato e la spalla rinforzata garantiscono protezione e comfort extra.
  • Piccoli tasselli quadrati a basso profilo forniscono trazione in molteplici condizioni e su un'ampia gamma di terreni.
  • Tubeless ready - Riduce il peso e migliora la scorrevolezza. Usare i tubeless significa anche evitare le forature.
  • Ideale sia sull'anteriore che sul posteriore

DUAL TREAD COMPOUND (DTC)

Il massimo in fatto di mescole per coperture ad uso ciclistico. Il centro del battistrada è realizzato con la mescola L3R PRO (60 shore A durometro) mantre i lati sono realizzati in mescola Sitck-E , abbinado quindi la durabilità nel punto di massimo attrito, il centro ed extra grip e controllo sui lati.

L3R PRO (L3RP)

L3R Pro evoluzione della mescola 3R, mutata dall'ufficio R&D dell settore motocilistico; questa mescola è utlizzata sulle coperture da competizione, sia strada che cross country per la sua leggerezza, abbinata ad una durata e resistenza all'usura.

SCT (SCT)

TUBELESS AND TOUGH Kenda Sidewall Casing Technology (SCT) è la modifica dei metodi di costruzione degli pneumatici Kenda esistenti. Aggiungendo un ulteriore strato di tessuto in nylon sul fianco del pneumatico, dal tallone al blocco del battistrada, si ottiene l'ottimizzazione della costruzione del pneumatico per i sistemi di conversione tubeless a base di fluido. Inoltre, la costruzione SCT aumenta la resistenza strutturale dei fianchi; rinforza la resistenza a fettine e abrasioni, contribuendo a ridurre la possibilità di danni catastrofici che i sigillanti fluidi non possono sigillare.